La Madonna dell’Elemosina sul Treno Bianco per Lourdes

Redazione SME

La Vergine della Misericordia di Biancavilla viaggia in queste ore pellegrina con i malati sul Treno Bianco alla volta di Lourdes.


Una riproduzione dell’icona bizantina della Madonna dell’Elemosina, offerta dalla Basilica Santuario e dall’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”, è stata collocata nella cappella allestita sul convoglio che trasporta gli ammalati a Lourdes.


L’iniziativa è stata promossa dal gruppo UNITALSI di Biancavilla con la delegazione della Sicilia orientale.

Le dame e i barellieri dell’UNITALSI hanno potuto conoscere e venerare l’icona di Biancavilla in occasione del raduno che si è svolto in Santuario domenica 3 aprile scorso nella festa della Divina Misericordia.


Sul treno l’icona è utilizzata anche per i momenti di preghiera che si svolgono lungo il viaggio, come documentano alcune immagini che ci sono state inviate dai pellegrini. Particolarmente intensa è l’adorazione eucaristica, con la processione tra gli ammalati.

Ci rallegra il pensiero che la tenerezza della Vergine della Misericordia accompagna il cammino dei nostri fratelli infermi e sostiene il generoso servizio di chi offre il proprio tempo e il proprio impegno per accompagnarli e assisterli in questo bellissimo viaggio spirituale.

Da San Cataldo a Biancavilla per venerare la Madre dell’Elemosina.

di Daniele Maria

img_8494Domenica 18 settembre, la Comunità della Chiesa Madre di San Cataldo (CL), si è recata in pellegrinaggio giubilare presso la Basilica-Santuario della Madonna dell’Elemosina di Biancavilla, per affidare alla Madonna il nuovo anno pastorale parrocchiale. Giunti al Santuario, siamo stati accolti con entusiasmo dal Prevosto nella persona di don Agrippino Salerno, e da alcuni membri dell’Associazione “Maria SS. img_8497dell’Elemosina”, attraversando la Porta della Misericordia. Durante l’omelia l’Arciprete di San Cataldo, don Biagio Biancheri – che ha guidato il pellegrinaggio – ha chiesto alla Madonna l’elemosina del suo Figlio Gesù, il quale da ricco che era si è fatto povero per noi, perché divenissimo ricchi per mezzo della sua povertà. Al termine della Santa Messa, ai piedi dell’Icona della Madonna, abbiamo recitato la preghiera dell’Angelus proseguendo con la visita di altre chiese mariane nel centro storico di Biancavilla.
img_8503Si è trattato di un pellegrinaggio seguendo la “Stella” che è la Vergine Santa, che abbiamo venerato sotto il titolo dell’Elemosina. Questo incontro con Maria diventa così segno e presenza vitale nella nostra esistenza e nelle nostre occupazioni, consapevoli della sua amorevole presenza.
La Vergine dell’Elemosina ci aiuti a vivere la nostra vita, nella logica di quel dono gratuito che è il suo Figlio Gesù.

img_8505

L’ICONA DELLA VERGINE DELL’ELEMOSINA TORNA IN VATICANO PER IL GIUBILEO MARIANO.

L’ICONA DELLA VERGINE DELL’ELEMOSINA TORNA IN VATICANO PER IL GIUBILEO MARIANO.

Comunicato del 20 settembre 2016

Per volere del Comitato centrale del Giubileo della Misericordia, l’Icona della Vergine dell’Elemosina di Biancavilla è stata scelta per prendere parte alla suggestiva processione che si svolgerà in piazza San Pietro sabato 8 ottobre prossimo, insieme ad altre immagini della Vergine Maria, in rappresentanza delle varie nazioni e dei vari santuari del mondo.

Tra le icone mariane più insigni, che sfileranno in via della Conciliazione, ci sarà anche l’Icona di Biancavilla.

Il corteo avrà inizio alle 16,30 e si concluderà sul sagrato della Basilica Vaticana con la veglia di preghiera presieduta dal Santo Padre Francesco.

L’Icona che sarà portata a Roma sarà una fedelissima riproduzione dell’originale Icona bizantina custodita nella Basilica Santuario di Biancavilla, realizzata con la tecnica originale della tempera all’uovo dall’Iconografo Antonio Schiavone (l’Icona è stata benedetta lo scorso 1 gennaio).

A partire da venerdì 7 ottobre e per tutta la notte, la Sacra Icona sarà esposta per la preghiera nel Santuario Giubilare di San Salvatore in Lauro, che costituisce una tappa del cammino dei Pellegrini che giungono a Roma da ogni parte del mondo.

Ad accompagnare l’Icona sarà una delegazione composta dal prevosto don Pino Salerno e da dodici giovani dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”. Altri fedeli e cittadini biancavillesi potranno liberamente unirsi.

Il dettaglio della seconda visita romana della Madonna dell’Elemosina verrà ufficializzato nel programma delle prossime feste patronali.

A Dio, Padre di misericordia, che ci ha donato la Vergine Maria, Madre del Figlio suo, Madre d’amore, la lode e l’onore nei secoli.